Ecco perchè la tua prossima casa sarà in legno

Aumentano le case costruite in legno: ecco il perché

L’edilizia sostenibile sta diventando una realtà concreta anche nel nostro Paese ed in particolare aumentano le case costruite con il legno.

Tra il 2006 e il 2010 infatti sempre più abitazioni sono state costruite in legno (ben cinque volte in più rispetto al quinquennio precedente) e questo ha permesso di fare una stima di crescita per il 2015 del 50%, fino a sfiorare le 8.000 case, se non si contano le costruzioni post-terremoto in Abruzzo.

Ma quali sono i vantaggi del costruire con il legno? Un ambiente più salubre, ma anche un maggiore risparmio.


Il benessere abitativo, è senza dubbio il primo vantaggio di cui tenere conto, ovvero l’efficienza energetica, con punte di risparmio che arrivano fino al 70-80%, in quanto il legno è un ottimo materiale isolante termico e acustico.

Le case prefabbricate in legno hanno difatti un clima interno ideale, usando solo legnami con tassi di umidità precisi. In questo modo queste abitazioni sono molto calde d’inverno e molto fresche d’estatePaura della muffa? Il legno viene sottoposto ad un processo di essiccazione particolare, al fine di non avere più questi problemi.

Inoltre, occorre sfatare un falso mito: è stato ormai appurato come la struttura in legno sia in realtà proprio la meno pericolosa in caso di incendio, grazie al processo di carbonizzazione che protegge come uno scudo la parte più interna.

Per non parlare dei costi di costruzione e dei tempi d’esecuzione decisamente inferiori alle costruzioni in materiali tradizionali, con un risparmio di circa il 30-40% del budget previsto per la stessa casa realizzata in calcestruzzo.

Le case prefabbricate rispettano inoltre i principi della bio-architettura. Infatti, una casa in legno consuma davvero poca energia: innanzitutto, visto le proprietà isolanti, i costi di riscaldamento e di condizionamento estivo si riducono drasticamente


Anche le case in legno comunque devono essere costruite su fondazioni in cemento armato. Se si vorrà realizzare un interrato da usare come garage, lavanderia o altro locale secondario, questo dovrà essere in cemento armato e servirà come base per il montaggio delle pareti in legno.

In ogni caso le pratiche burocratiche sono le stesse richieste per un edificio in tradizionale: verifiche geologiche, redazione del progetto architettonico, presentazione dello stesso al Comune dove sarà costruita la casa, redazione dei calcoli strutturali.

Cosa volete di più per cominciare a pensare a costruire in legno la vostra futura casa?